recoveriX per la
sclerosi multipla

30 ore di allenamento per ritrovare la mobilità!

recoverix hand therapy

Questi effetti positivi possono essere spiegati dall’attivazione della neuroplasticità durante il recupero:

  • Il 99% dei clienti migliora la spasticità
  • Il 99% dei clienti migliora le funzioni motorie
  • Il 95% dei clienti migliora la sindrome da affaticamento
  • Il 99% dei clienti migliora le attività quotidiane
  • Il 95% dei clienti migliora l’equilibrio e la mobilità
  • Il 99% dei clienti migliora la resistenza alla deambulazione
  • Spesso il controllo della vescica migliora
  • 0% effetti collaterali

Fase di ricaduta

Questa fase si riferisce all’improvviso peggioramento dei sintomi della SM o alla comparsa di nuovi sintomi. In questa fase si può ricorrere a recoveriX per migliorare nuovamente.

Fase di remissione

In questa fase, i pazienti spesso sperimentano un periodo di remissione in cui i sintomi si stabilizzano o migliorano. La riabilitazione, come il recupero delle capacità funzionali, è molto utile in questa fase.

Fase progressiva

L’obiettivo della riabilitazione è rallentare la progressione della malattia e massimizzare le capacità funzionali attraverso l’allenamento fisico o il recupero.

Prova scientifica

La neuroplasticità è un concetto consolidato e supportato da numerose prove cliniche. Gli studi clinici sulla neuroriabilitazione di recoveriX hanno dimostrato risultati significativi nel miglioramento delle funzioni motorie, nella riduzione della spasticità e della fatica nei pazienti colpiti da ictus e SM.

Esperienze dei clienti

Testimonianze

Prima di sottoporsi all’allenamento recoveriX, il Timed Up and Go Test ha registrato una durata di 18 secondi. Tuttavia, dopo 25 sessioni di allenamento recoveriX, la durata è scesa a 14 secondi. Per quanto riguarda il 6 Minute Walk Test, prima delle sessioni di recupero, la distanza percorsa era di 210 metri. Dopo 25 sessioni di allenamento recoveriX, la distanza è aumentata a 285 metri.

Alla signora Insamer è stata diagnosticata la sclerosi multipla nel 2011. Soffriva di intorpidimento a entrambe le gambe e inciampava continuamente. Quando ha iniziato l’allenamento recoveriX nel 2023, la sua funzione motoria è migliorata in modo significativo. Ha più energia, un migliore controllo del corpo, un migliore equilibrio e anche la sua stanchezza è migliorata notevolmente.

Prima dell’allenamento recoveriX, il signor Zaunmayr ha impiegato 25 secondi per completare il test di camminata di 25 piedi, riducendosi a 15 secondi dopo il recupero. Il test del cammino di 6 minuti ha evidenziato un notevole incremento della distanza percorsa, da 77 a 135 metri. La spasticità nella gamba sinistra è diminuita, migliorando l’andatura e l’equilibrio.

Questo cliente ha riscontrato miglioramenti significativi come risultato della formazione recoveriX. Notevoli miglioramenti includono la sua andatura e la sua coordinazione, che portano ad un senso generale di benessere. Prima del corso di recoveriX, aveva difficoltà anche nei compiti più semplici, come tenere un bicchiere d’acqua senza versarne il contenuto. Dopo il recupero, le sue capacità motorie hanno mostrato notevoli progressi, riducendo significativamente i casi di fuoriuscite.

27 anni dopo la diagnosi di SM, questa cliente ha eseguito 22 ore di formazione recoveriX. Ha riferito una migliore qualità del sonno, problemi ai piedi alleviati, eliminazione della spasticità dei piedi, capacità di stare in piedi per un’ora, camminata decisamente migliore, migliore concentrazione e un notevole senso di miglioramento dopo una sola sessione.

Ottimizzare gli arti superiori e inferiori

recoveriX misura l’attività EEG mentre il cliente immagina un movimento della mano o del piede. Una volta che il recoveriX rileva un’immaginazione motoria, innesca una stimolazione elettrica funzionale dell’arto in modo che l’arto esegua un movimento reale. I clienti ne sono entusiasti, soprattutto se hanno sofferto per alcuni anni. Questa procedura viene ripetuta 8000 volte e collega le funzioni cognitive con il comportamento motorio. Grazie alla quantità di ripetizioni, i neuroni formano nuove connessioni per riapprendere il movimento. Un cliente SM recoveriX deve sottoporsi a 30 sedute, ciascuna della durata di circa 45 minuti, idealmente 2-3 volte alla settimana.

Il cliente SM tratta gambe/piedi e mani/braccia. Il trattamento riduce la spasticità e porta a un miglioramento delle capacità motorie fini e grossolane negli arti superiori e inferiori.

Risultati di recoveriX del cliente Z.

“Tra poche settimane sarà legato alla sedia a rotelle”. Queste sono state le parole scoraggianti dei medici che il cliente Z. ha sentito. Convive con la SM già da 26 anni.

  • Test di camminata su 25 piedi: prima del recupero: 25 secondi; dopo il recupero: 15 secondi.
  • Test di camminata di 6 minuti: prima del recupero: 77 metri; dopo il recupero: 135 metri.
  • Spasticità della gamba sinistra: Molto minore, con conseguente miglioramento dell’andatura e dell’equilibrio.
  • Cambiamenti nella neuroplasticità: maggiore attivazione della corteccia sensomotoria dopo l’allenamento.

“Durante le prime 7 sedute ho pensato che stavo solo perdendo tempo. All’ottava seduta, improvvisamente, la mia gamba sinistra ha ricominciato a muoversi. Partecipare al programma recoveriX è stata la cosa migliore che abbia mai fatto”, ha detto il cliente. “Riesco ad alzarmi più facilmente, la mia concentrazione è migliorata, alzarmi e sedermi è più facile grazie alla maggiore stabilità e all’equilibrio. Mia moglie mi ha accompagnato all’allenamento recoveriX, ma dopo la terza seduta potevo guidare da solo”, ha proseguito.

I risultati di recoveriX del cliente X.

“Non c’è niente da fare, d’ora in poi la situazione non potrà che peggiorare”. I clienti affetti da sclerosi multipla si sentono spesso dire questo dai loro medici. Sono necessarie solo 25 ore di allenamento di recoveriX per osservare un effetto apprezzabile.

  • Test di camminata su 25 piedi: prima del recupero: 40 secondi; dopo il recupero: 19 secondi. La cliente cammina due volte più velocemente e la sua andatura è molto migliorata. La caduta dei piedi è molto ridotta e l’equilibrio è migliorato.
  • Test del cammino di 6 minuti: prima del recupero: 34 metri; dopo il recupero: 101 metri. La resistenza alla camminata è migliorata notevolmente.
  • Scala della fatica: Molto ridotta. È diventata più attiva nella vita quotidiana.
  • Spasticità: Molto ridotta. Questo porta a una migliore deambulazione e a un maggiore equilibrio.

È arrivata su una sedia a rotelle ed era in grado di camminare solo per un breve tratto prima dell’allenamento. Doveva fermarsi o fare una breve pausa dopo ogni passo. Dopo il corso di recupero, ora cammina con un bastone, trascorre più tempo all’aperto, ha più energia, ha meno sonno, riesce a sollevare il piede più facilmente e il suo piede rimane a terra molto più saldamente quando è in piedi. Ha pensato che il centro di recupero fosse “superfigo”. Se la sua memoria e la sua attenzione sono sempre state forti, anche la sua coordinazione è migliorata. Ha sostituito il suo bastone a tre punte con il bastone “LEKI”. Ha aggiunto che alla fine la sua mano è diventata più forte.

Misure oggettive

objective measures therapy report